Donna incinta seduta sul pavimento con le mani intorno al pancione.

Settimane Di Gravidanza

Ventiquattresima settimana di gravidanza

Contratture addominali?


Intorno alla 24ª settimana di gravidanza, alcune donne subiscono un piccolo shock: la pancia diventa dura come una pietra! Anziché preoccuparti e pensare “Oddio, cosa succede?”, continua a leggere e scoprirai perché puoi stare tranquilla se si verificano le cosiddette “contrazioni di Braxton Hicks” e cos'altro ti aspetta nel rush finale del 2° trimestre!

Cosa accade in grembo nella ventiquattresima settimana di gravidanza?

Il feto è lungo circa 30 cm (dalla testa ai piedi) e pesa circa 550 grammi.

Di recente ti sei chiesta come ci si sente quando il bambino si muove? Probabilmente ora lo sai perfettamente! In alcune gestanti è persino possibile avvertire i movimenti dall'esterno e forse il tuo partner attende impaziente questo momento. Non è affatto strano che tu ora riesca a sentire meglio i colpi e i calcetti del bambino: le sue ossa sono ormai così forti che il piccolo riesce a raddrizzarsi e a “sedersi” nel grembo materno.

Ora il tuo bambino è grande più o meno come un melone.

Ora il tuo bambino è grande più o meno come un cocomero.

Per lui è arrivato il momento di raggiungere un traguardo davvero importante: completare lo sviluppo degli alveoli polmonari. Questo è il motivo per cui i neonati prematuri oggigiorno hanno delle probabilità di sopravvivenza dopo la 24ª settimana di gestazione. Ovviamente hanno bisogno di essere tenuti costantemente sotto controllo medico, ma vi sono buone possibilità di successo! Ogni giorno che passa ha un'importanza fondamentale, in quanto gli alveoli polmonari hanno ancora bisogno di molto tempo per svilupparsi correttamente. Inoltre, è necessario che si formi in quantità maggiori una sostanza indispensabile chiamata tensioattivo, senza la quale gli alveoli collasserebbero.

Le papille gustative sono completamente sviluppate e, deglutendo il liquido amniotico, il tuo piccolino può distinguere sempre meglio cosa hai mangiato. Gli occhi iniziano ad aprirsi lentamente. Un altro evento d'importanza cruciale è la formazione dei globuli bianchi, che rappresentano una parte essenziale del sistema immunitario.

Come ti senti durante la ventiquattresima settimana di gravidanza?

Forse ti è già capitato che, all'improvviso, la pancia sia diventata estremamente dura, come se avessi ingoiato una palla da bowling. Per una donna in dolce attesa questo può essere un vero shock. Le contrazioni preparatorie possono comparire già all'inizio della gestazione, ma in quella fase interessano soltanto piccole aree dell'utero. Con il procedere della gravidanza, la muscolatura dell'utero si contrae sempre più e, di conseguenza, le contrazioni diventano sempre più manifeste.

A differenza delle “vere” contrazioni, che provocano una dilatazione del collo dell'utero, le cosiddette “contrazioni di Braxton Hicks” scompaiono abbastanza rapidamente, a volte è sufficiente cambiare posizione e bere un po' d'acqua. Per inciso, John Braxton Hicks era un medico inglese specializzato in ostetricia che, nel 1872, identificò le contrazioni dell'utero a scopo preparatorio contrapponendole alle contrazioni tipiche del travaglio.

Quando bisogna rivolgersi al medico in caso compaiano delle contrazioni?

Al momento delle contrazioni preparatorie, la pancia diventa sgradevolmente dura e potrebbero presentarsi dei lievi crampi simili a quelli del ciclo mestruale, ma solitamente non dolori intensi. Le contrazioni preparatorie si verificano a volte anche in modo relativamente regolare, ma ad intervalli di tempo molto lunghi. Le vere contrazioni arrivano a ondate nell'arco di pochi minuti. Le prime scompaiono semplicemente rilassandosi o con il calore, ad esempio immergendosi nella vasca da bagno.

Quando avverti delle contrazioni, devi rivolgerti al medico se:

  • si verificano più spesso di 3 volte all'ora
  • o più spesso di 10 volte al giorno
  • compaiono forti dolori
  • ti capita di avere delle perdite di sangue

Lo stress e gli sforzi fisici possono favorire l'insorgenza delle contrazioni, perciò è importante riposarsi il più spesso possibile, tenere le gambe sollevate e cercare di rilassarsi. Le false contrazioni, a differenza delle contrazioni preparatorie, servono per consentire al bambino di scivolare verso il basso all'interno del bacino materno e quindi compaiono durante le ultime settimane di gravidanza, a volte addirittura direttamente all'inizio del travaglio.

Quali esami è possibile fare nella 24ª settimana di gravidanza

Il tuo medico potrebbe chiederti di sottoporti a un esame del sangue per determinare il tuo fattore Rh e accertare la presenza di alcuni anticorpi. Questo test è particolarmente importante nel caso in cui tu risultassi Rh negativa e il feto fosse invece Rh positivo. Se sei alla tua prima gravidanza, questa differenza non causa alcun problema, ma nelle gravidanze successive l'organismo può produrre anticorpi che andrebbero a danneggiare il bambino. 

Intorno alla 24ª settimana si può fare anche il test per lo screening del diabete gestazionale. Il test consiste nel verificare se il tuo corpo è in grado di estrarre il glucosio dal sangue per trasformarlo in energia. Se i valori indicano che la gestante è affetta da diabete gestazionale, viene consigliata una dieta alimentare specifica. Questa particolare forma di diabete è probabilmente originata dai cambiamenti ormonali e solitamente scompare da sola dopo il parto. Ecco perché, quando si è in stato interessante, in genere, è sufficiente stare attenti a determinati alimenti.


Foto: Shutterstock 

Prodotti MAM consigliati per voi