Seleziona il tuo paese

X
Schnuller

4-6 mesi

Cresce la fiducia nelle proprie capacità

La fiducia del vostro bambino nelle proprie capacità sta facendo grandi progressi. In questa fase dello sviluppo i piccoli, durante un giro di perlustrazione con le mani, scoprono le dita dei piedi e naturalmente iniziano a portarle alla bocca per ciucciarle! Inoltre, sentirete il vostro bambino emettere i primi suoni confusi, e sembrerà quasi come se volesse dire qualcosa. Dall'età di 5 mesi circa, arriva il momento di provare altri cibi, come ad esempio la pappa d'avena o la banana in piccole quantità. Prendetevi del tempo per osservare il vostro bambino: sarà lui a farvi capire quando non ne vuole più. E molto presto si instaurerà una sorta di ritmo. Questo è anche il momento giusto per tornare in forma. Non accadrà dall'oggi al domani, ma l'obiettivo è sempre più vicino! Potete iniziare sviluppando un ritmo regolare del sonno, ad esempio facendo ricorso a rituali della nanna collaudati. Non dimenticate di scattare tante dolcissime foto al vostro bambino...non smetterete più di guardarle! Abbiamo raccolto un paio di idee per i vostri scatti, in modo che possiate ottenere sempre il massimo delle vostre immagini.

Questo sono io!

Adesso non è più solo quello che accade tutt'intorno ad essere eccitante ed interessante. Anche la consapevolezza di se stessi fa grossi passi avanti, quando un bambino durante un giro di perlustrazione con le mani, scopre per la prima volta i suoi denti e poi subito cerca di prenderli per metterseli in bocca. 

Devo dirti ancora qualcosa 

Tutti sanno quanto è difficile apprendere una lingua straniera, ma imparare la propria lingua madre è una vera sfida. I primi suoni confusi emessi dal bambino, iniziano lentamente a diventare riconoscibili. Di tanto in tanto blatera come perso nei suoi pensieri, ma sa già come deve cambiare la sua voce per ottenere ciò che vuole.

Igiene orale fin dall'inizio

Cause della carie e conseguenze

La carie è causata dai batteri che trasformano gli zuccheri degli alimenti in acidi, danneggiando i denti. I microorganismi non nascono tuttavia nella bocca del bambino, bensì vengono trasmessi dalla saliva – in particolare quella delle persone più vicine.

Il calendario della dentizione

La lamina dentale comincia a formarsi già durante la sesta settimana di gravidanza.

  • Alla nascita le corone dei denti da latte sono già formate.
  • In genere i primi denti sono visibili tra il sesto e l'ottavo mese di vita.
  • I denti da latte sono completi con otto incisivi, quattro canini e otto molari.

 Vai al calendario della dentizione MAM

La corretta igiene orale

L'igiene orale comincia dalla nascita. Dapprima basta un panno in microfibra morbido (MAM Oral Care Rabbit), per pulire la mascella del bambino e abituarlo alla routine quotidiana della pulizia dei denti.

Non appena spunta il primo dente si parte. È tempo della prima visita dal dentista e i genitori si prendono cura dei dentini del bambino con lo speciale spazzolino (MAM Training Brush). Se il bimbo assume medicine, spetta al dentista decidere se è necessaria una profilassi.

Pulizia dei denti e dentifricio

  • Nei neonati ogni sera dopo la pappa.
  • bambini piccoli devono lavarsi i denti mattino e sera.
  • Si utilizza uno spazzolino per bambini e un dentifricio al fluoro (500ppm di fluoro), dal gusto neutro. Rivolgersi al dentista per informazioni sull'assunzione corretta di fluoro.
  • Con gli spazzolini MAM il dosaggio è semplice: basta applicare il dentifricio sulle spazzole rosa. Per i neonati è sufficiente un velo, per i bambini piccoli è ideale una quantità pari a un pisello.

Come spazzolare i denti

La tecnica seguente è il segreto di una corretta igiene orale:

  • Prima la superficie di masticazione, quindi l'esterno dei denti, infine l'interno.
  • Si procede "dal rosso al bianco" ovvero dalla gengiva al dente.
  • I genitori sono modelli di riferimento per i loro figli - anche per l'igiene orale! I bambini si divertono a lavare i denti da soli con il loro primo spazzolino (MAM First Brush).
  • Poiché non perfezionano la tecnica fino all'età scolare è importante che i genitoriaiutino i bambini a lavarsi i denti fino agli otto anni.

Posizioni per lavare i denti

  • Si comincia in orizzontale: durante la pulizia del cavo orale il neonato è disteso sul fasciatoio o sul letto. Per facilitare l'operazione i genitori possono sollevare leggermente le labbra del bimbo.
  • Se il bambino siede nel seggiolone o in grembo è tempo per la "presa del cuore": Il genitore si posiziona dietro al bambino e con la mano sinistra gli prende dolcemente la testa, lo avvicina al petto per fargli ascoltare il battito del suo cuore. Con l'indice della mano sinistra solleva quindi le labbra del bambino e gli pulisce la bocca con la destra.

L'alimentazione corretta

I bambini imparano l'igiene orale e un'alimentazione sana dai genitori seguendo poche, semplici regole:

  • Mangiare assieme e a orari regolari
  • L'acqua e il tè senza zucchero placano la sete
  • Concedere bevande gassate e succhi di frutta soltanto durante i pasti
  • Attenzione agli zuccheri nascosti nei generi alimentari
  • Concedere i dolci come dessert, non come snack abituale
  • Pulire regolarmente succhietto e cucchiaino della pappa e non metterli in bocca
  • In farmacia si trovano dolciumi che non provocano la carie
  • Eliminare con la pulizia dei denti gli alimenti appiccicosi e contenenti zucchero

Imparare a mangiare sa soli - con i prodotti evolutivi MAM

Calendario della dentizione

Come i genitori ben sanno, lo sviluppo dei bambini non sempre segue regole prestabilite. Pertanto le seguenti informazioni sullo sviluppo dei denti hanno solo valore orientativo:

  • Già durante la sesta settimana di gravidanza comincia a formarsi la lamina dentale, da cui partono gli abbozzi dei denti da latte
  • Tra la quarta e la sesta settimana di gravidanza si formano legemme dentarie, alla nascita sono già formate le corone dei denti da latte.
  • Alcuni bambini nascono addirittura con un dentino già visibile: niente di preoccupante, è del tutto normale.
  • In generale la dentizione ha inizio nei neonati dai 4 ai 6 mesi.
  • Tra il sesto e l'ottavo mese di vita di solito spunta per primo un incisivo centrale inferiore.
  • Poco tempo dopo fanno capolino gli incisivi centrali superiori, quindi quelli laterali.
  • Attorno al 14° mese di vita spuntano i primi molari, quindi i canini.
  • I secondi molari compaiono infine a partire dal 2° compleanno.
  • La dentatura da latte completa è composta da 20 denti: 8 incisivi, 4 canini e 8 molari

Cosa serve ai bambini in questa fase

Quando i denti che crescono sotto la gengiva cominciano a premere e a prudere, i bambini tendono a mettere qualsiasi oggetto in bocca e a morderlo per cercare sollievo. Anche tutto quello che rinfresca fa bene: spesso si tratta dell'oggetto più a portata di mano, che viene mordicchiato fino a quando raggiunge la temperatura corporea.

Per questa fase dello sviluppo sono indicati i prodotti per l'igieneoralesviluppati appositamente per i neonati, che piacciono ai bimbi e danno loro sollievo:

 

  • Un aiuto per i primi dentini: Gli innovativi mini anelli da dentizione MAM Bite & Relax sono perfetti per le 2 fasi della dentizione e procurano sollievo proprio dove è necessario: Bite & Relax Phase 1 raggiunge facilmente gli incisivi, Bite & Relax Phase 2 è ideale per i molari in eruzione. La superficie con struttura disomogenea in rilievo dei mini anelli da dentizione massaggia le gengive e aiuta i bambini a rilassarsi. La forma innovativa favorisce inoltre lo sviluppo motorio
  • Non è solo bello da vedere, ma rinfresca anche le gengive: è MAM Cooler con sezione rinfrescante riempita d'acqua. È facile da tenere in mano e si può mordere senza pericoli, le superfici disomogenee in rilievo sono gradevoli da toccare. Le sezioni rinfrescanti raggiungono comodamente i molari . Colori e motivi diversi stimolano la vista.
  • ll MAM Massaging Brush non è solo ideale per la pulizia dei primi dentini. Con questo speciale spazzolino i genitori possono massaggiare delicatamente le gengive dei loro bambini, procurando sollievo dal prurito e dal fastidio. Forma e setole consentono di arrivare ovunque in modo preciso. Il manico allungato spinge i bambini ad afferrarlo e a lavarsi i denti da soli.

 

 

 

È ora delle prime pappe

Intorno al 6° mese è il momento del delicato passaggio dall'allattamento esclusivo al seno a qualcosa di più. Accanto al latte materno potete ora proporre le prime pappe.

Sono i bambini stessi a indicare quando sono pronti per alimenti nuovi:

sputando meno il cibo, tenendo la testa diritta, sedendo diritti da soli e mostrando un interesse crescente per quello che mangiano i grandi.

  • Per i primi assaggi di pappa sono sufficienti piccole quantità di cibo finemente omogeneizzato, circa 2-3 cucchiaini da tè, da aumentare piano piano.
  • "Ne voglio ancora" è quello che vogliono dire i piccoli quando muovono il capo in avanti per raggiungere il cucchiaio.
  • Quando girano il capo di lato e si distraggono molto facilmente di solito intendono dire "Basta".
  • Fino al primo compleanno i bambini dovrebbero mangiare seguendo i ritmi familiari - ovvero prima colazione, pranzo e cena. Nella maggior parte dei casi questa routine si impone da sé, perché in base all'esperienza i bambini mostrano di avere fame dopo 3-5 ore.

L'abitudine al gusto fin dall'inizio

All'inizio i bambini tendono a rifiutare gli alimenti nuovi e che non conoscono. Per abituare i bambini a un'alimentazione equilibrata sin dall'inizio è fondamentale variare i cibi, armarsi di tutta la pazienza necessaria e fornire il buon esempio - perché i bambini ci osservano e imparano dalle persone che sono loro vicine.

Le buone abitudini si consolidano nel tempo:

6°– 9° mese

  • Primi alimenti cotti al vapore e omogeneizzati (ad es. fiocchi)
  • Quindi prime pappe solide e frullati (ad es. banana schiacciata)
  • Anche alimenti solidi grattugiati (ad es. mela)

10°– 12° mese:

  • alimenti solidi tagliati a pezzetti, a dadini o tritati (frutta, verdura – anche alcune di quelle che mangia il resto della famiglia)

Do's e Dont's dell'alimentazione del bambino

Do's

  • Pesce e uova - ben cotti
  • Tanta frutta e verdura
  • Pappe - preferibilmente con un poco di olio vegetale
  • Noci grattugiate

Dont's

  • Miele - solo dal 2° anno di vita
  • Uova, pesce e carne crudi
  • Alimenti che possono essere ingeriti per sbaglio, come ad esempio noci o popcorn
  • Sale, zucchero e alimenti a ridotto contenuto di grassi
  • Carne lavorata

Torniamo allo stato iniziale: via il pancione!

La gravidanza è finita, il parto è stato superato e il bambino è sano e salvo a casa: adesso è ora di tornare in forma! 

Non vi stressate per la linea: ciò che si è accumulato nei nove mesi passati non può sparire da un momento all'altro. La buona notizia è che sparirà. Ora, però, si tratta più di star bene, che di bruciare i grassi. In ogni caso gli sport agonistici a così poche settimane dal parto sono vietati. Per eliminare le tracce degli ultimi nove mesi, sono indicati esercizi tranquilli per la pancia, il bacino e la schiena. Per questi esercizi la mamma non ha bisogno di un personal trainer, né di attrezzi e neppure di una baby-sitter, perché anche il bambino viene coinvolto: fare delle cose insieme attivamente, rende tutto più bello. Anche quando si tratta di un esercizio semplicissimo:

  • Stendetevi con la pancia rivolta verso l’alto
  • Sistemate il bambino sulla pancia e fissatelo accuratamente
  • Flettete le gambe e sollevate il bacino, fino a che non è in linea con le cosce
  • Tendete il pavimento pelvico e rimanete così per qualche secondo, poi abbassate di nuovo il bacino
  • Fate attenzione che il bambino non scivoli
  • Ripetete più volte l’esercizio 

Potete imparare diversi esercizi come questo frequentando dei corsi, su internet o sui giornali. Servono alcune settimane perché il corpo si ristabilisca e riconquistiate le vostre forze. Solo allora arriva il momento dello sport.MAM Club: Newsletter, Test Prodotti, Calendari - MAM

In pieno relax nel mondo dei sogni

Il vostro bambino non vuole addormentarsi?
Oppure non si addormenta proprio quando avete in progetto qualcosa?
Una cosa aiuta sempre: mantenere la calma.

Il sonno è un'esigenza naturale, fa bene alla salute e dà piacere – purché non diventi un obbligo noioso. Fatelo sentire anche al vostro bambino e trasformate il momento della nanna in un momento piacevole per entrambi!

I rituali della nanna sono piacevoli... e stancano.

I rituali della nanna non sono solo rilassanti, ma possono anche essere momenti preziosi per rafforzare il legame genitori-figlio. Che vogliate concludere la giornata con un bagno, una favola o una canzone, l'importante è mantenere una routine ben definita, alla quale il bambino possa abituarsi. Come suggerimento abbiamo preparato per voi alcuni rituali collaudati che voi potrete ovviamente anche combinare.

  • fare un bel bagno caldo
  • fare assieme un gioco tranquillo
  • portare nel lettino i peluche preferiti
  • raccontare gli avvenimenti della giornata
  • cantare, anche assieme, una canzone
  • ascoltare assieme una favola sonora
  • suonare un proprio strumento musicale
  • leggere ad alta voce una favola della buona notte
  • fare carezze o massaggi
  • augurare la buonanotte
  • chiudere le tende e spegnere / abbassare la luce

Cercate di rispettare il più possibile i rituali della nanna. Anche quando dormite fuori casa – potrebbero aiutare molto il bambino ad addormentarsi in un ambiente non familiare.

In foto dal primo momento di vita

Nell’archivio fotografico? O nell’album di famiglia? Meglio le foto digitali! 

I bambini sono i soggetti più amati per le fotografie. Ed è veramente un peccato che le foto dei vostri bambini finiscano nell’archivio del supporto dati. Quindi ecco qui alcune idee per le foto digitali dei vostri bambini: 

  • La cornice digitale: si presenta come una cornice “classica”, ma all’interno ci sono uno schermo LCD e una memoria. La trovate nei negozi di elettronica. In questa cornice possono essere inseriti alternativamente i tanti scatti che avete fatto al vostro bambino.

  • Stampe digitali: non fa differenza se si tratta di una maglietta, di una tazza o di un puzzle: con il sorriso del vostro bambino sopra, ogni oggetto quotidiano è fonte di gioia. Funziona così: portate i file dal fotografo più vicino e in poche ore il vostro oggetto ricordo è pronto. Non costa molto e fa un grande effetto.

  • Scrapbook digitale: programmi grafici specifici consentono di elaborare le varie pagine dell’album. Numerosi elementi decorativi per foto rendono speciale ogni singola pagina.

  • Book fotografico; il motto è: design piuttosto che colla! Trovate offerte, istruzioni e programmi grafici in internet, cercando "book fotografico". Le foto digitali possono essere sistemate in modo semplice e spedite per e-mail ad un fotografo. Pochi giorni dopo il book arriva per posta.

  • Home page del bambino; chi è pratico di internet, può sfruttare anche questa possibilità. Così si possono caricare e scaricare le foto più recenti e nonni, amici e parenti saranno sempre al corrente dei suoi progressi, non importa quanto sono distanti.

  • Proiezione di fotografie il giorno del compleanno. Un breve sguardo indietro attraverso le foto, in occasione del compleanno del vostro bambino, rende felici tutti gli invitati, anche se il festeggiato è ancora molto piccolo. Fate scorrere le foto a video, oppure sul laptop o, secondo la vostra disponibilità, proiettatele con il video-proiettore sulla parete. Consiglio: allargate la collezione delle foto in occasione di ogni compleanno.
X