Seleziona il tuo paese

X
Schnuller

0-3 mesi

Voi e il vostro piccolo tesoro

 

Congratulazioni per il bimbo appena nato! Noterete presto che il vostro bambino è già pronto per esplorare e scoprire il mondo che lo circonda. E con la stessa curiosità anche voi vorrete scoprire tutto su vostro figlio. Inserite la data di nascita calcolata nel nostro Calendario dello sviluppo del bambino per ricevere regolarmente, fino al terzo compleanno, la nostra pratica newsletter con preziose informazioni sullo sviluppo del bambino. Date un'occhiata qui per avere numerosi suggerimenti e consigli utili su diversi argomenti, come ad es. il massaggio per neonati, che dona benessere sia al bambino che alla mamma, e allo stesso tempo aiuta a risolvere i problemi di digestione del bambino. Sono disponibili inoltre informazioni sull'allattamento, il latte artificiale per neonati e i biberon, nonché indicazioni su come eseguire correttamente la sterilizzazione. Anche il divertimento vuole la sua parte, per questo elaboriamo il Baby oroscopo e forniamo consigli sulla realizzazione creativa delle partecipazioni di nascita. Buon divertimento!

 

 

Molto interessante!

Una volta arrivato nel nuovo mondo, il vostro bambino muore dalla voglia di conoscerlo. Naturalmente per lui non c'è niente di più importante della mamma, che lo saluta con la gioia negli occhi. Anche tutto quello che sta intorno aspetta solo di essere scoperto, con tutti i sensi.

Imparare è gran parte della sua vita  

Vuole afferrare tutto, anche se ancora non riesce a tenere le cose tra le mani senza che gli cadano. Col tempo però la presa diventerà più sicura e alla fine potrà raggiungere e scuotere il giocattolo tanto desiderato! Se gli adulti parlano, imita i movimenti della bocca e i volti più simpatici vengono ricompensati con il primo radioso sorriso!

Un benessere completo

Massaggio per neonati: più equilibrio, benessere e relax

I bambini amano essere toccati con dolcezza. In particolare quando stanno male. Nei primi tre mesi di vita molti bambini soffrono delle cosiddette coliche del neonato. Un massaggio delicato rilassa e può alleviare le coliche. A partire dalla quarta settimana di vita i neonati sono pronti per essere massaggiati ogni giorno.

Il momento perfetto

Sazi e riposati i neonati sono pronti per godersi appieno il massaggio. Il momento ideale è un'oretta prima o dopo il pasto o il bagnetto. Un massaggio regolare allevia i gonfiori e previene le coliche nel neonato.

La felicità a portata di mano

Un massaggio con mani calde  regala benessere. Prima di cominciare scaldate tra le mani qualche goccia d'olio: si inizia con leggere carezze dalla testina verso i piedini. Dopo questo inizio delicato vi è tutta una serie di dolci movimenti in grado di favorire il relax.

Attenzione! Prima di cominciare consigliamo di contattare personale esperto nel massaggio per neonati (ad es. ostetriche, infermiere di pediatria, titolari di corsi di massaggio per neonati).
Queste persone potranno mostrarvi i movimenti corretti.

Un benessere completo

  • Per favorire il relax occorre creare un'atmosfera tranquilla.
  • Una temperatura tra 23 e 26°C è in assoluto la temperatura ideale per un neonato.
  • Si sta più comodi su un sottofondo morbido e spesso.
  • Respirare a fondo: anche i genitori si rilassano durante il massaggio.
  • Gli oli vegetali, ad es. l'olio d'oliva, sono perfetti: non utilizzate oli essenziali!
  • Tempo per due: seguite il bambino e le sue reazioni.
  • Prolungare il benessere: Dopo il massaggio un cuscino caldo con noccioli di ciliegia può prolungare ad es. il programma benessere.

Tenete il bambino ben avvolto tra le braccia. La vicinanza fisica e spirituale aiuta a dimenticare il fastidio delle coliche.

Un team vincente contro le coliche: massaggio e yoga

Si & Non

  • Utilizzate olii naturali, puri e privi di profumo, come l'olio di sesamo, di jojoba o di mandorla. Riscaldateli leggermente prima del massaggio.
  • Fate attenzione alla simmetria (per esempio massagiate quattro volte il braccio sinistro e quattro volte quello destro). 
  • Durata: pochi minuti (fino a 15) per i neonati, da 30 a 45 minuti per i bambini di due anni. 
  • Non massagiate bambini irrequieti o malati.
  • Quando iniziate il massaggio il bambino deve essere sveglio da almeno un quarto d'ora e non deve aver bevuto nulla almeno nell'ora precedente.
  • Solo quando siete rilassate, con il massaggio riuscite a fare del bene al bambino.

Potete trovare istruzioni su come praticare massaggi ai bambini su internet, DVD e libri. Tuttavia se seguite un corso, vi sentirete ancora più sicure delle tecniche e probabilmente incontrerete anche gente simpatica.

Informazioni sull'allattamento e sul latte materno

Il latte materno, un alimento portentoso

Tutti gli esperti sono concordi sul fatto che l'allattamento è la scelta migliore per il neonato. Per motivi pratici – il latte materno è sempre disponibile, sempre alla giusta temperatura e sterile – e per motivi di salute:

  • il latte materno contiene tutto quello di cui un neonato ha bisogno nei primi mesi: vitamine, sali minerali, grassi sani, carboidrati, difese immunitarie.
  • Il latte materno si adatta automaticamente per quantità e composizione alle esigenze del bambino. La sua composizione è variabile, gli ingredienti cambiano durante l'allattamento – in modo del tutto individuale e in base alle esigenze del bambino.
  • La suzione al seno non rinsalda solo il rapporto madre-bambino, ma favorisce anche lo sviluppo della mascella e dei muscoli del viso, indispensabili più tardi per mangiare e parlare.
  • I bambini allattati al seno in genere sono meno soggetti a infezioni e allergie, diabete e sovrappeso.
  • Anche le madri che allattano si ammalano di meno: le infezioni puerperali sono rare e l'Istituto tedesco per la ricerca sul cancro indica anche un rischio ridotto di tumore al seno.
  • L'allattamento favorisce inoltre la ripresa dopo il parto – si torna in forma più in fretta. Il latte materno è molto digeribile. Per cui i disturbi del tratto gastrointestinale sono più rari.

Un'alimentazione sana per le mamme in allattamento

Ovviamente un'alimentazione sana e adeguata è fondamentale. Allattamento e dieta non sono compatibili. Non è più di moda neppure il vecchio detto "mangiare per due". Le donne in allattamento consumano soltanto dalle 250 alle 500 calorie in più delle donne che non allattano. È dunque sufficiente un bel panino al formaggio.

Cos'altro fa bene:

  • Calcio: nelle verdure verdi, nel sesamo nero (otto volte di più che nel latte – 2 cucchiai al giorno sono la dose ideale), nei prodotti a base di soia, nel tofu, nei fichi e nei datteri.
  • Iodio: nel pesce di mare e nel sale da cucina iodato.
  • Proteine: nelle uova, nella carne e nei cereali. Anche nella frutta con guscio e nei prodotti del latte – che tuttavia devono essere evitati se il bambino soffre di gonfiore.
  • Grassi: sì, ma quelli buoni, come ad esempio nell'olio spremuto a freddo.
  • Frutta e verdura: anche crude. Tuttavia agrumi, kiwi, fragole, pomodori, peperoni e alcuni succhi non sono sempre tollerati dai bambini e potrebbero provocare dolori.
  • Snack: gli spuntini danno energia, soprattutto se con formaggio, yogurt, pane integrale, müsli e insalata.
  • Liquidi: sono molto importanti! Ma andateci piano con il caffè (massimo una tazza al giorno, preferibilmente subito dopo che avete allattato, in modo che il corpo lo possa smaltire). Rinunciate invece all'alcol. Anche il tè deve essere consumato con parsimonia: la salvia e la menta piperita possono ridurre la quantità di latte.
  • "Booster del latte", ovvero gli alimenti che ne stimolano la produzione: la composta di albicocca, il brodo denso di manzo o di pollo con l'aggiunta di un uovo e i semi di zucca tritati con miele.

Ci si accorge subito se il bambino non ama un alimento specifico, perché gonfia, fa male o non piace: i principali "sospettati" sono cavolo, cipolla, aglio, agrumi, ma anche cioccolato, noci e bevande gassate. Per regolarsi basta mangiare una quantità maggiore o minore di ogni singolo alimento e osservare la reazione del bambino durante la poppata.

Alle donne in allattamento spesso di consiglia di bere molto latte. Non seguite questo consiglio! Soprattutto se il bambino soffre di gonfiori dovrete rinunciare completamente ai prodotti a base di latte vaccino. Il latte vaccino è grasso e in determinate quantità finisce nel latte materno provocando gonfiori e allergie al latte vaccino.

L'allattamento: una dolce routine, in pieno relax

Relax, contatto, suzione

Nelle prime ore di vita il riflesso di suzione è particolarmente sviluppato nei neonati. Ancora non si sono ripresi completamente dalla nascita che già cercano il seno. E quest'ultimo è pieno di latte, perché subito dopo l'espulsione della placenta la prolattina, l'ormone di produzione del latte, dispiega appieno il suo effetto. L'attaccamento al seno è importante:

  • occorre avvicinare il bambino a entrambi i seni in modo che si abitui subito a passare dall'uno all'altro.
  • Procedete con tranquillità, non abbiate fretta di riuscire. A volte ci vuole un pò di tempo per abituarsi l'uno all'altra, è normale.
  • Se non è possibile cominciare subito ad allattare, si può utilizzare un tiralatte oppure massaggiare il seno con la mano in modo che la produzione non si blocchi.
  • Le ostetriche e le consulenti dell'allattamento sono sempre disponibili per confortare e rassicurare.

Informazioni mediche MAM

Dietro all'allattamento vi sono ormoni e riflessi che vengono attivati dalla suzione del neonato:

  • la prolattina stimola la produzione di latte.
  • L'ossitocina provoca una contrazione delle cellule muscolari in modo da favorire l'escrezione del latte dai capezzoli.
  • Il cosiddetto "riflesso di emissione del latte“ viene stimolato più volte durante l'allattamento; si attiva in entrambi i seni contemporaneamente per cui un pò di latte può gocciolare via.
  • Alcune madri avvertono molto questo riflesso, altre appena.
  • Nelle primipare ci possono volere anche dieci minuti prima che la suzione del bambino attivi il riflesso.

Neonati e riflesso di suzione: questo comportamento è innato, i bambini si esercitano a succhiare già durante la gravidanza e questo movimento li tranquillizza. Basta sfiorare la bocca o la guancia, con il seno o con il dito, per provocare il riflesso.

Come creare un team affiatato passo dopo passo

Per prima cosa rilassatevi: non sempre l'allattamento comincia nel migliore dei modi. Talvolta mamma e bambino devono adattarsi gradualmente l'uno all'altra. Poi la strada prosegue in discesa. E diventa semplicemente straordinario!

Allattare crea intimità. Il contatto visivo, olfattivo e sensoriale rappresentano la base di una buona relazione. Anche il neonato ha bisogno di un poco di riposo dopo la nascita, poi comincia subito a cercare il seno.

Allattare rende felici. Gli ormoni trasformano l'allattamento in un'esperienza che regala una felicità incomparabile alla madre.

Allattare è vicinanza. Nei momenti dell'allattamento, ogni due o tre ore, si crea una grande intimità tra madre e bambino. Suggerimento: coinvolgete anche il partner.

L'allattamento ha bisogno di quiete. Spegnete il telefono, le e-mail possono attendere. Oltre all'impegno fisico, soprattutto all'inizio è necessaria molta concentrazione mentale per imparare a comprendere tutti i segnali del bambino.

Allattare è comprensione. Fidatevi tranquillamente del vostro istinto. Molto presto le madri imparano a comprendere i segnali di fame, i ritmi di allattamento e le preferenze del loro piccolo.

Allattare mantiene in salute. E non solo i bambini, con le sostanze necessarie per la crescita e le difese immunitarie, ma anche le madri.

Allattare è un rimedio curativo. Una goccia di latte materno contiene migliaia di sostanze che possono favorire la guarigione dell'ombelico, di una leggera congiuntive, del raffreddore o del sederino arrossato. Spremere o tirare un poco di latte e applicarlo con un dito – ovviamente con le mani pulite.

Allattare è imparare. Si può vedere, sentire e toccare con mano se l'allattamento procede correttamente: la bocca del bambino circonda tutto il capezzolo, inclusa l'areola, la tensione del seno diminuisce, si sente il bambino deglutire e poco dopo anche digerire. Un bambino sazio distende le manine.

Allattare è un lavoro di squadra. Solo se entrambe le persone ne traggono beneficio, l'allattamento fa bene. Per cui tirare il latte è corretto così come svegliare dolcemente il bambino, quando la pausa durante l'allattamento dura da troppo tempo.

Tutto quello che bisogna sapere sul biberon

Il latte materno contiene le vitamine, gli oligoelementi, le sostanze nutritive e i minerali essenziali per i primi mesi di vita del vostro bambino. Inoltre trasmette gli anticorpi per il sistema immunitario. Chi non può allattare, dovrebbe somministrare al proprio bambino nei primi mesi di vita esclusivamente alimenti per lattanti, il cosiddetto "latte di formula o latte di proseguimento".

Tipi di latte – a ciascuno il suo.

Il latte di formula è il miglior sostituto del latte materno - pertanto può essere somministrato al bambino durante tutto il primo anno di vita. Il latte di formula è molto più simile al latte materno del latte di proseguimento. Il latte di formula ha inoltre un contenuto inferiore di proteine, una composizione in grassi migliore e carboidrati preziosi per la salute.

Facile da preparare e pulire

Per la preparazione del latte di formula basta seguire le indicazioni sulla confezione. Non dimenticate tuttavia di scuotere sempre il biberon per distribuire il calore dell'alimento riscaldato in modo uniforme e di controllare ancora una volta la temperatura prima della somministrazione!

Per la pulizia basta scomporre il biberon svitando i vari pezzi e lavandoli con acqua e sapone neutro oppure nel cestello superiore della lavastoviglie. All'occorrenza si possono infine bollire per cinque minuti, lasciando raffreddare la tettarella prima dell'uso.

I biberon MAM possono essere sterilizzati in molti modi: in acqua bollente, con sterilizzazione in acqua fredda o con uno sterilizzatore a vapore elettrico o per microonde. Inoltre il biberon MAM Anti-Colic è dotato di una innovativa funzione autosterilizzante che consente di disinfettare il biberon senza sterilizzatore in microonde.

Consigli per l'uso del biberon:

  • Una buona preparazione fa sì che un bimbo affamato non debba aspettare a lungo e che non diventi nervoso. Tenete sempre a portata di mano biberon puliti e porzioni pronte di latte in polvere.
  • Un clima rilassato consente al bambino di mangiare con più tranquillità. Prendetevi tutto il tempo necessario e durante l'allattamento fate delle piccole pause, per impedire che il latte vada di traverso.
  • Il contatto visivo e pelle a pelle è molto importante nel rapporto genitori-bimbo. Durante l'allattamento con il biberon ricordatevi sempre di guardare e accarezzare il bambino.
  • I ruttini sono importanti per eliminare l'aria ingerita. Tenete quindi il bambino sulla spalla e massaggiatelo delicatamente sulla schiena.
  • Gettate il latte che rimane se il bambino non lo beve tutto. Perché già dopo poche ore nel latte cominciano a proliferare germi e batteri.
  • Quando siete fuori casa portate con voi un thermos con acqua bollita o acqua calda per la preparazione del biberon. E ovviamente il dosatore di latte in polvere MAM!

La prima corrispondenza

E' nato? Maschietto o femminuccia? Nome? Peso? Colore degli occhi?

Tante domande, una sola risposta: la partecipazione di nascita, tanto speciale quanto il vostro bambino.  

Tendenze per le partecipazioni di nascita:

  • Stile scrapbooking, una formula molto di moda, un collage di foto, ritagli, dipinti e scritti a mano.  
  • Shooting fotografico: la foto più bella del bambino, con o senza genitori, come cartolina.
  • Impronte dei piedi e delle mani del vostro bambino relizzate ad acquerello: rendono le classiche cartoline molto personali.
  • Un saluto del bambino per e-mail: una mail collettiva che piace sempre a tutti, magari con un file video o audio, tipo "il mio primo sorriso" (non inserite troppi indirizzi in una volta, altrimenti diventa spam...). 
  • Stampa dorata su carta a mano: la variante classica ed elegante. 

Sarete ricambiate 

Non importa se vi fate aiutare da un professionista o se fate da sole, ciò che conta è l'idea. Riceverete in cambio tanti auguri , che renderanno ancora più bello l'arrivo del vostro bambino.

X